La plastica tende a ridursi quando si raffredda da una temperatura calda ad una temperatura più fredda. Per dare un utile esempio, immaginare una parte larga 100 millimetri che viene stampata con materiale plastico ABS. Se l'estrusore stava stampando questa plastica a 230 gradi Celsius, ma è stato depositato su una piattaforma di costruzione fredda, è probabile che la plastica si raffreddi troppo rapidamente dopo aver lasciato l'ugello ancora molto caldo. Alcune stampanti includono anche ventole di raffreddamento per accelerare questo processo di raffreddamento. Se questa parte è stampata con un tipo di filamento in ABS ed esso si raffredda a una temperatura ambiente di 30 °C, la parte larga 100 millimetri verrebbe ridotto di quasi 1,5 millimetri! Purtroppo, la piattaforma di costruzione sulla stampante non segue questa deformazione, dal momento che è di solito mantenuta ad una temperatura abbastanza costante. A causa di questo fatto, la plastica tende a separarsi dalla piattaforma di costruzione mentre si raffredda. Questo è un fatto importante da tenere a mente su come si stampa il primo strato. Se si nota che lo strato sembra attaccare inizialmente, ma poi si separa dal letto di stampa quando si raffredda, è possibile che le impostazioni di temperatura e di raffreddamento siano da rivedere e modificare.

Molte stampanti che sono destinate per la stampa di materiali ad alta temperatura come l'ABS dispongono di un letto riscaldato per contribuire a combattere questi problemi. Se il letto è riscaldato per mantenere una temperatura di 110°C per tutta la stampa, manterrà caldi i primi livelli in modo che non si restringano troppo. Questa condizione è assolutamente necessaria per quei tipi di filamento che vengono FUSI a temperature oltre i 240 °C e necessitano quindi di una stampante dotata di un lettino riscaldato, l'assenza di questo elemento potrebbe pregiudicare non poco la qualità dell'oggetto. Viceversa il materiale PLA tende ad aderire bene anche ad un letto non riscaldato, anche se è consigliato (se posseduto) porre il suo riscaldamento a 60-70°C. Mentre l'ABS generalmente funziona meglio se il letto è riscaldato a 100-120°C. È possibile regolare le impostazioni in Simplify3D facendo clic su "Modifica impostazioni di processo" e quindi selezionando la scheda temperatura. Scegli la piattaforma di costruzione riscaldata dalla lista sul lato sinistro e quindi modificare il punto di regolazione della temperatura per il primo strato. Si può semplicemente fare doppio clic sul valore per modificarlo.

Se la stampante dispone di una ventola di raffreddamento, si potrebbe anche voler provare a disattivare tale ventola di raffreddamento per i primi strati della stampante in modo che gli strati iniziali non raffreddino troppo in fretta. Questa condizione è CALDAMENTE CONSIGLIATA con l'uso del materiale ABS anzi, si consiglia di spegnere proprio del tutto la ventola di raffreddamento del materiale.

È possibile farlo facendo clic su "Modifica impostazioni di processo" e andare alla scheda di raffreddamento. È possibile regolare i valori di riferimento della velocità della ventola sul lato sinistro. Ad esempio, si può decidere il primo strato di iniziare con la ventola disattivata e quindi accendere il ventilatore alla massima potenza una volta raggiunto il 5° livello. In tal caso, è necessario aggiungere due setpoint in questa lista: livello 1 a velocità del ventilatore 0%, e Layer 5 alla velocità della ventola 100%. Come già detto, se si utilizza plastica ABS, è buona regola disattivare la ventola di raffreddamento per tutta la stampa, in modo da settare un unico valore di riferimento a; Layer 1 a velocità del ventilatore 0%. Se si lavora in un ambiente ventilato, si consiglia vivamente di porre la macchina in modo da isolarla da contaminazioni di colpi d'aria.